La Normativa che regola le Pitture Antivegetative

L'antivegetativa e l'Ambiente

Quali sono i vantaggi di utilizzare un'antivegetativa? Uno scafo ricoperto di vegetazione rappresenta un disastro economico ed ambientale per un diportista.

  • Un'imbarcazione ricoperta di vegetazione può consumare il 40% in più di carburante, ed emettere il 40% in più di gas di scarico (CO2 SOx) causando inquinamento atmosferico
  • Un'imbarcazione può trasportare specie invasive non desiderate in ecosistemi protetti.
  • L'imbarcazione sarà quindi costretta a far carena prima del dovuto, aumentando l'inquinamento generato dai cantieri.

Antivegetativa e Normativa, un quadro generale

Le antivegetative sono classificate come prodotti biocidi; le pitture per carena prive di biocidi non rientrano in questa classificazione. In molti paesi le antivegetative richiedono una valutazione e una pre-registrazione nel mercato prima del commercio e della vendita.

  • Un nuovo progetto, la direttiva europea riguardante l’immissione sul mercato di prodotti biocidi (BPD), prevede che tutte le antivegetative siano attentamente esaminate e valutate prima che possano essere registrate per l’uso; si prevede che la direttiva diventi completamente operativa durante il 2011.

Antivegetativa e Direttiva sui Prodotti Biocidi

  • La registrazione è garantita solo se, a seguito di una completa valutazione del rischio ambientale, si dimostra che un prodotto può essere usato in sicurezza.
  • Attualmente la Convezione IMO-AFS vieta l'utilizzo e la presenza di antivegetative contenenti TBT (stagno) sugli scafi delle barche.
  • In futuro la convenzione potrebbe essere rettificata per includere altre antivegetative nocive.